ELEZIONI EUROPEE 2024 – STUDENTI FUORI SEDE – SCADENZA DOMANDE 05 MAGGIO 2024

Approvata la disciplina sperimentale per il voto da parte degli studenti fuori sede in occasione delle elezioni europee del 2024. Questa possibilità è stata prevista:

  • solo per gli studenti e non per i lavoratori;
  • è obbligatorio fare domanda entro il 5 maggio;
  • lo studente fuoi sede può votare solo per le consultazioni europee e non per le amministrative per le quali è possibile votare sono nel comune di residenza

    Raccolta firme per il progetto di legge di iniziativa popolare Riconoscimento dello Stato di Palestina con capitale Gerusalemme Est (scadenza 15 maggio 2024)

    Presso il Comune di Camporgiano è possibile sottoscrivere, entro il 15 maggio 2024 (salvo diversa indicazione), la proposta di legge di iniziativa popolare recante il titolo:

    “Riconoscimento dello Stato di Palestina con capitale Gerusalemme Est”

    La proposta di legge può essere sottoscritta presso: Ufficio Anagrafe/Elettorale – Piazza Roma n. 1 nei seguenti giorni e orari di apertura al pubblico dal lunedì al venerdì 8.30-12.30

    ELEZIONI EUROPEE 2024 – ESERCIZIO DEL DIRITTO DI VOTO DEI CITTADINI DELL’UNIONE EUROPEA RESIDENTI IN ITALIA

    In occasione della prossima elezione del Parlamento europeo, fissata tra il 6 e il 9 giugno 2024, (per l’Italia 8/9 giugno 2024), anche i cittadini degli altri Paesi dell’Unione Europea, residenti nel Comune di Camporgiano, potranno votare in Italia per i membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia, inoltrando apposita domanda al Sindaco del comune di residenza.

    La domanda, il cui modello è disponibile sia presso il comune che sul sito internet del Ministero dell’Interno all’indirizzo: https://dait.interno.gov.it/elezioni/documentazione/europee-2024-modulo-optanti , dovrà essere presentata personalmente o spedita mediante raccomandata entro l‘11 marzo 2024 al seguente indirizzo:

    Comune di Camporgiano– Piazza Roma 1 – 55031 Camporgiano (LU) – Ufficio elettorale

    Nel primo caso, la sottoscrizione della domanda, in presenza del dipendente addetto, non sarà soggetta ad autenticazione; in caso di recapito a mezzo posta, invece, la domanda dovrà essere corredata da copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore (art. 38, comma 3, del DPR 28/12/2000, n. 445).

    Nella domanda – oltre all’indicazione del cognome, nome, luogo e data di nascita – dovranno essere espressamente dichiarati:

    • la volontà di esercitare esclusivamente in Italia il diritto di voto;
    • la cittadinanza;
    • l’indirizzo nel comune di residenza e nello Stato di origine;
    • il possesso della capacità elettorale nello Stato di origine;
    • l’assenza di un provvedimento giudiziario a carico, che comporti per lo Stato di origine la perdita dell’elettorato attivo.

    L’esito positivo della richiesta comporterà l’iscrizione in un’apposita lista aggiunta; conseguentemente, verrà consegnata una tessera elettorale personale, che consentirà di votare presso il seggio indicato nella tessera stessa.

    Con l’iscrizione nella suddetta lista aggiunta, il cittadino europeo potrà esercitare il voto esclusivamente per i membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia e non anche per i membri del Parlamento europeo spettanti al Suo Paese di origine: vi è, infatti, il divieto del doppio voto.

    1 2 3 27