COVID-19 – INFORMATIVA PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI

 Emergenza CORONAVIRUS – Richiesta massima collaborazione.

Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha firmato un nuovo decreto con cui rende più restringenti alcune prescrizioni al fine di contenere il contagio. In fase di applicazione è necessaria la massima collaborazione di tutti. Di seguito si riepilogano le misure che riguardano le attività commerciali invitando ad un’applicazione rigida e scrupolosa:

Sono sospese le attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione.

❖ Bar e ristoranti hanno l’obbligo, a carico del gestore, di far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. Significa distanziare i tavoli, probabilmente ridurre il numero dei coperti, controllare che non si verifichino affollamenti. È prevista la sospensione dell’attività in caso di violazione.

❖ Per tutti gli altri esercizi commerciali, all’ aperto o al chiuso, è necessario che il gestore adotti misure organizzative che garantiscano l’accesso ai negozi o alle attività in modo contingentato, per evitare l’assembramento di persone, e che permettano di rispettare la distanza di sicurezza di almeno un metro tra le persone.

RISPETTARE SCRUPOLOSAMENTE LE MISURE DEL GOVERNO, PERMETTERA’ DI SUPERARE PRIMA L’EMERGENZA E DI TORNARE AL PIU’ PRESTO ALLA NORMALITA’.

 

 

COVID-2019 – ORDINANZA REGIONE TOSCANA DI OGGI 08/03/2020

Si informa che, a seguito della ordinanza del Presidente della Regione Toscana dell’ 8 Marzo 2020 “ Misure per il contenimento sul territorio regionale del Virus Covid-19”,  l’Unione Comuni Garfagnana ed i Comuni della Garfagnana,  in continuo contatto con tutti gli organismi
preposti, sta predisponendo ogni misura necessaria al fine di prevenire e contenere la diffusione del coronavirus, così come disposto dall’ordinanza, ai sensi art.32 comma 3 Legge 23 dicembre 1978 n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.
Pertanto, chiunque faccia ingresso in Toscana, o vi abbia fatto ingresso negli ultimi quattordici giorni, dopo avere soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, o nelle Regioni e Province di cui all’art.1 del DPCM
dell’ 8 marzo 2020 e precisamente dalla Lombardia e Province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano – Cusio -Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia, od a quelle che dovessero essere individuate con successivi
provvedimenti di livello nazionale,  è fatto obbligo di comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio. Per tali soggetti, è fatto obbligo di procedere all’ isolamento fiduciario volontario dal giorno dell’ultima esposizione, comunicando tale circostanza, soprattutto in presenza di sintomi, se residenti o domiciliati in Toscana, al proprio Medico di famiglia o Pediatra di libera scelta, altrimenti al numero unico dell’Azienda USL di riferimento (Azienda USL Toscana Centro: 055/5454777; Azienda USL Toscana Nord Ovest 050/954444; Azienda USL Toscana SUD EST 800579579), attivo dalle ore 8.00 alle ore 20.00 e dalle 20.00 alle 8.00. Tali informazioni saranno trasmesse ai Servizi di Igiene Pubblica dei Dipartimenti di prevenzione territorialmente competenti, che adotteranno i provvedimenti necessari per la sorveglianza sanitaria e l’isolamento fiduciario, come di seguito riportato. Le persone sottoposte ad isolamento fiduciario devono attenersi alle seguenti prescrizioni:

1) mantenimento dello stato di isolamento per quattordici giorni dall’ ultima esposizione;
1) divieto di contatti sociali;
2)divieto di spostamenti e/o viaggi;
3)obbligo di rimanere raggiungibile per le attività di sorveglianza;
4)evitare contatti stretti, anche indossando la mascherina chirurgica, in caso di conviventi;
5)osservare scrupolosamente le ordinarie misure igieniche (lavaggio frequente delle mani, utilizzo di fazzoletti monouso, pulizia e disinfezione frequente delle superfici, aerazione degli ambienti);

SI INVITA LA CITTADINANZA AD ATTENERSI ALLE DISPOSIZIONI SOPRAINDICATE ED ALLE INDICAZIONI PROVENIENTI DA FONTI UFFICIALI. SARA’ CURA DELLE AMMINISTRAZIONI FORNIRE AGGIORNAMENTI ATTRAVERSO I PROPRI CANALI UFFICIALI.

1 3 4 5 6 7 320